Indietro

Il sentiero culturale “Seguendo le orme di Podhale del padre Tischner”.

Il sentiero culturale “Seguendo le orme di Podhale del padre Tischner”.

“Andavamo in montagna ogni settimana. Siamo ritornati con il fratello a Łopuszna e lì abbiamo costruito una casa poiché volevo lasciare in questo paese qualche reperto della cultura edilizia montanara. Per questo la scelta di una casa in montagna, per questo i falegnami e per questo “płazy” (tronchi di legno tagliati a metà utilizzabili in edilizia montanara), perché forse siamo l’ultima generazione che può permettersi di costruire una casa di legno. Sto apprendendo la conoscenza del legno attraverso i falegnami. Essi trattano il legno come se avesse un’anima. Inoltre, non ci si riesce a lavorare a Cracovia; quindi parto per due o tre giorni per immergermi in un altro mondo.”

 

Così ha scritto il padre Józef Tischner in “Panorama” nel 1993. Józef Tischner (pseudonimo Wawrzek Chowaniec, Molinista, Józek Szkolny, Jegomość Józek) nacque il  12 marzo 1931 a Stary Sącz da una famiglia di insegnanti. Il padre era il preside della scuola di Łopuszna. La famiglia Tischner lasciò Łopuszna durante la guerra. Fino al 1942 visse a Rogoźnik. Nel 1945 Tischner iniziò a studiare nella scuola superiore a Nowy Targ, dove superò brillantemente l’esame di maturità. Nel maggio 1950 diventò uno studente della Facoltà di Teologia dell'Università Jagellonica di Cracovia. Il 6 giugno 1955 ricevette il sacramento dell’Ordine Sacro dal vescovo Francesco Jop. Negli anni 1955-1957 studiò presso la Facoltà di Filosofia Cristiana dell'Accademia di Teologia Cattolica di Varsavia. Dopo il ritorno a Cracovia, proseguì gli studi presso la Facoltà di Storia e Filosofia all'Università Jagellonica. Allo stesso tempo, lavorò come vicario nella parrocchia di San Nicola di Chrzanów e la parrocchia di San Casimiro di Cracovia. Nel 1963 superò il dottorato di ricerca presso l'Università Jagellonica, lo stesso anno insegnò filosofia presso il Seminario Maggiore Spirituale e nel 1974 conseguì l’abilitazione presso l’Accademia di Teologia Cattolica.
Qualche anno dopo, fu docente presso la Pontificia Facoltà Teologica
. Predicatore e docente apprezzato, insegnò dal 1980 filosofia del dramma presso l’Accademia Teatrale Statale di Cracovia e, nello stesso anno, filosofia presso la Facoltà di Filologia dell’Università Jagellonica. L’anno successivo ricoprì l’incarico di Preside della Facoltà di Filosofia della Pontificia Accademia di Teologia. Nel 1985 divenne professore straordinario della stessa Accademia di Cracovia. Fu cofondatore e presidente dell’Istituto di Scienze Umane di Vienna. Autore di molto libri fra cui alcune opere di filosofia quali “Filosofia del dramma” e “Disputa sull’esistenza dell’uomo”. Scrisse una serie di saggi e scritti minori quali "Il mondo della speranza umana", "L'etica della solidarietà", "Tischner legge il catechismo". Un posto privilegiato nella sua produzione scientifica occupa l’opera che fa riferimento alla tradizione di leggende di montagna, scritte a punto in dialetto montanaro nel 1997, intitolata “Storia della filosofia in dialetto montanaro”. La Sua popolarità ebbe maggiore risonanza grazie ai programmi televisivi e alle trasmissioni radiofoniche. Già dagli  anni settanta fu una personalità nella vita intellettuale polacca. Negli ultimi anni di vita si ammalò di cancro alla laringe. Morì il 28 giugno 2000 a Cracovia; fu sepolto il 2 luglio a Łopuszna. Dal 2001 viene conferito un premio che porta il Suo nome dalla rivista e casa editrice  “Znak”. Dal 2003 l'Istituto di Scienze Umane di Vienna concede le borse di studio a nome Józef Tischner per giovani ricercatori polacchi. Dal 2003 è attiva a Cracovia la Fondazione “Istituto dei Pensieri di Jozef Tischner”, la quale ha come obiettivo la tutela e la promozione del patrimonio intellettuale del Suo Patrono e la continuazione creativa dei temi principali della Sua filosofia. Esistono inoltre scuole e case di cura che recano il Suo nome. Tischner è il patrono della Scuola Elementare Sociale n. 1 di Tarnów, la quale ha preso il Suo nome il 10 marzo 2001.
Dedichiamo questa guida ad un grande pensatore, un sacerdote meraviglioso, un uomo di grande cuore, dotato di una carisma straordinario, tollerante rispetto alle debolezze umane, in possesso, altresì di straordinario senso dell'umorismo. Chiunque ricordi Padre Józef Tischner oppure ha avuto l’opportunità di incontrarlo ovvero ancora leggere i Suoi libri o attraversai i suoi sentieri montani, potrà fare un viaggio nostalgico nei luoghi a cui Józef Tischner era associato. I luoghi frequentati dal Professore sono contraddistinti da cartelloni che indicano il sentiero  culturale “Seguendo le orme di Podhale del padre Tischner”.

Gli oggetti sul sentiero

Multimedia

Gioca Gioca

Risorse Correlate