Indietro

Stary Sącz

Stary Sącz

E’ una delle più antiche città della Polonia; ha ottenuto la dignità di città nel XIII secolo. Si trova sulla Via dell’Ambra. Stary Sącz è comunemente chiamata Bryjów. Gli edifici della Piazza del Mercato sono un esempio d’architettura medievale. Fino al 1975, c’era un Municipio nella Piazza del Mercato, il quale ha subito l’incendio e non è stato mai ricostruito. La casa borghese del XVII secolo, chiamata “ Dom na Dołkach”, salvata dall’incendio, si trova nel museo regionale. La sede dell’autorità comunale si trova nell’edificio fattoriale, ed una volta era un convento francescano. Stary Sącz è stata riconosciuta nel 1954 come riserva urbana grazie agli edifici medievali conservati nella città. V’è il monastero delle Clarisse fondato dalla duchessa Kinga, moglie di Boleslao il Timido. La duchessa, dopo la morte di suo marito entrò in monastero, correva l’anno 1279. Anche la regina Jadwiga, moglie di Ladislao il Breve e la madre di Casimiro il Grande deceduta nell’anno 1339, entrò in monastero. Nella collezione della biblioteca del monastero si sono conservati i preziosi manoscritti musicali del XIII secolo attestanti uno straordinario livello di cultura musicale del periodo della regione. Nel 1683 Giovanni III di Polonia ha regalato alle Clarisse una bandiera conquistata in Turchia, la quale è tuttora nel monastero. Nei pressi del monastero è attiva la chiesa gotica di Santa Trinità e S. Clara. L’interno del santuario è decorato con i policromi barocchi raffiguranti  la vita della fondatrice. Il monumento più prezioso nella chiesa è il pulpito del 1671 a forma di legno di Jesse. L’organo della chiesa consta di due tastiere; una tastiera destinata all’organista laico; l’altra nella parte chiusa è destinata alla suora. Nel 2003 è stato riconosciuto il più antico clavicordo polacco costruito a Cracovia nel XVII secolo il quale è presente proprio nel monastero. Ricordiamo che padre prof. Józef Tischner nacque a  Stary Sącz.
Gioca Gioca