Indietro

Auschwitz Blocco della Morte

Auschwitz Blocco della Morte

Il Blocco della Morte n.11 fu un arresto centrale del campo, dove venivano imprigionati tutti sospettati di partecipare a cospirazione o tentativi di fuga. Là si imprigionava anche sentenziati a morte di fame, o quelli che venivano puniti con l’arresto in gattabuia o in cosiddetta cella “in piedi”. In relazione al piano dello sterminio assoluto degli ebrei ci si effettuava le prove con il ciclone B. Nel Blocco si trova la cella di San Massimiliano Kolbe, che diede la proprio vita per salvare un altro imprigionato, padre di famiglia, Franciszek Gajowniczek. L’affamato monaco francescano fu alla fine ucciso con l’iniezione di fenolo ed il suo corpo fu bruciato in crematorio. I visitatori possono vedere nelle cantine del blocco le celle di arresto, al pianoterra invece una sala del tribunale sommario ed i locali della SS. Nel campo KL Auschwitz-Birkenau morì anche Edith Stein, filosofo tedesca. Era di famiglia ebrea, ma nel 1922 ricevette il battesimo ed undici anni dopo entrò nel convento di carmelitane assumendo il nome di Teresa Benedetta della Croce. Arrestata in Olanda dalla Gestapo venne trasportata ad Auschwitz. Morì nella camera di gas circa il 9 agosto 1942; la sua salma fu cremata. Dal 1999 è la santa patrona dell’Europa.

Multimedia

Gioca Gioca