Indietro

Luoghi associati con Giovanni Paolo II

Luoghi associati con Giovanni Paolo II

kosciół na Skałce
La regione Małopolska e legata ormai da un millennioal cristianesimo, anche se e diffi cile dire con certezza quando siaavvenuta la cristianizzazione di questa zona. La data piu conosciuta delbattesimo della Polonia e l’anno 966 quando il principe Mieszko I,signorotto della tribu Polanie, accolse il cristianesimo e unifi co lamaggior parte delle terrempolacche diventandone sovrano. All’epoca soresquindi il primo vescovado, quello di Poznań.

Non e escluso, pero, che la religione cristiana fosse giunta nel territorio dell’odierna Małpolska molto prima dell’anno 966. Alcuni studiosi indicano, nella zona della Małopolska, tracce della prima liturgia slava proposta da San Metodio e dal suo discepolo San Cirillo. La nuova religione puo esserci giunta da sud, dal vicino Stato della Grande Moravia. Sono le incertezze che probabilmente nessuno riuscira piu a chiarire. Tuttavia, non vi e dubbio che alla storia della Małopolska sono indissolubilmente legate le vicende dell’arcidiocesi di Cracovia. Nell’anno 1000, a Gniezno, ebbe luogo il famoso incontro tra l’imperatore Ottone III, giunto in pellegrinaggio alla tomba di Sant’Adalberto, e il principe Boleslao il Prode. Con il consenso dell’imperatore nacque l’arcivescovado di Gniezno e tre vescovadi da esso dipendenti, tra cui quello di Cracovia. Cracovia era ormai importante centro della nuova religione; secondo la leggenda popolare Sant’Adalberto aveva predicato nel luogo dove oggi, sulla Piazza del mercato di Cracovia, si erge l’antica chiesetta romanica dedicate al santo. Nella regione sorsero presto importanti luoghi di culto. Uno dei primi fu la localita Tropie con l’eremo dei Santi Świerad e Benedetto, e quindi la famosa Skałka (Roccia) a Cracovia e Szczepanow entrambe legate al culto di Santo Stanislao di Szczepanow. Nel XII secolo sorse il famoso Santuario del Santo Sepolcro del Signore a Miechow, per secoli uno dei centri di pellegrinaggio piu importanti nel territorio polacco. Col passar del tempo si moltiplicano le mete cui si recano pellegrini, prima di tutto a Cracovia, dove in molte chiese sono custodite le reliquie dei santi. Numerosi santuari sorgono in seguito alla controriforma, movimento di rinnovamento della Chiesa cattolica diff usosi a partire dalla 2a meta del XVI secolo in risposta al protestantesimo dilagante. Fu allora che venne costruito, tra gli altri, il santuario di Kalwaria Zebrzydowska. Negli ultimi anni abbiamo potuto assistere alla fi oritura dei luoghi di pellegrinaggio. Grazie al papa Giovanni Paolo II, il Santuario della DivinamMisericordia a Cracovia-Łagiewniki e assurto all’alto rango. Dopo la morte del papa polacco, numerosi pellegrini si recano in visita ai luoghi legati alla Sua persona, prima di tutto nella natia Wadowice.

Santuari in Malopolska

Multimedia

Gioca Gioca

Risorse Correlate