Indietro

La Piccola Polonia delle culture e delle religioni

La Piccola Polonia delle culture e delle religioni

Nella sua storia millenaria la Piccola Polonia ospito molte minoranze etniche e confessionali.

Questa regione di confine da sempre accolse diverse culture permettendone l’incontro e la fusione creativa. Qui trovarono spazio l’ortodossia, il giudaismo, il protestantesimo. Essa divenne „la piccola patria” di armeni, ebrei, slovacchi, rom, lemko e ucraini: la lunga tradizione di tolleranza influenzo l’attivita di San Giovanni Paolo II che durante il suo pontificato dialogo con il patriarca ortodosso e i rappresentanti delle chiese evangeliche. Come primo pontefice della storia egli entro in una sinagoga e in un tempio islamico. Rimase in contatto con rappresentanti di altre confessioni promuovendo l’incontro ecumenico tra le fedi. Nella Piccola Polonia da sempre esistono luoghi abitati da minoranze etniche e religiose. Vale la pena di visitarne i templi, le necropoli, di scoprirne le vestigia, i musei, i parchi etnografici. Consigliamo di non tralasciare gli “skansen”, zone aperte in cui sono raccolte le testimonianze architettoniche di alcune comunita locali. Nella Piccola Polonia la cultura della tolleranza viene promossa p.es. attraverso eventi artistici e festival.

Gioca Gioca