Indietro

Jurgów

Jurgów

E’ il paese dal quale proveniva la madre del sacerdote Tischner nel quale da bambino trascorreva spesso le vacanze. “Li ho imparato la lingua e le tradizioni montanare” così, anni dopo, descriveva Jurgów, località situata a 18 km da Łopuszna. Aveva scelto il nonno, Sebastian Chowaniec come modello e descrisse il suo carattere calmo e la capacità di comprendere le persone. Inoltre, apprezzava molto lo zio di Sebastian Chowaniec, il fratello più piccolo della Mamma. Jurgów è un piccolo paese situato nel distretto di Tatra. Fu costruito nel 1546 e, nel corso della sua storia, il paese fu assoggettato a vari monarchi. Vi sono una chiesa storica ed una vecchia casa rurale entrambe di legno, quest’a ultima è ora divenuta un museo. C’è inoltre, una segheria alimentata ad acqua tuttora in  funzione, del resto, Jurgów è sempre stato un paese molto avanzato da un punto di vista tecnologico: la segheria, i tre mulini, ed un cosiddetto follone cioè una fabbrica che produceva la stoffa, insieme una centrale idroelettrica venivano alimentati o con l’acqua dal fiume Białka oppure grazie ad un pozzo “Przykopa” allestito appositamente per creare energia elettrica. Purtroppo, ad oggi queste strutture non sono tutte quante attive. La posizione geografica di Jurgów fa sì che questa sia una metà turistica molto gettonata, infatti la quantità dei turisti nella stagione estiva ed invernale supera spesso il numero dei residenti. Il tutto agevolato dai copiosi monumenti ivi presenti. Il monumento più antico è la chiesa di San Sebastiano e della Madonna del Rosario costruita in legno di abete. Accanto alla chiesa è presente un campanile murato costruito nel 1881. Al bivio delle strade si trova una podera tipica di Jurgów Zagroda Sołtysów” del 1861 in cui è stato istituito il Museo di Tatra a Zakopane, in cui si trovano interessanti oggetti che erano di quotidiano utilizzo da parte degli abitanti di Jurgów. Su una raduna “Pod Okólne”, sulla riva Białka nei pressi del confine dello stato si estende un complesso di baite di pastori, in tale quantità non esser presente altrove. Attualmente queste baite vengono utilizzati raramente.

Il sentiero culturale “Seguendo le orme di Podhale del padre Tischner”


Gioca Gioca